Specialista: Dott.ssa Eleonora Idotta

Perche’ spesso dobbiamo togliere il dente del giudizio?

La frequente inclusione ossea e mucosa del dente del giudizio nell'età adulta ha radici in tempi molto lontani. Filogeneticamente, l'assunzione da parte dell'uomo preistorico della postura eretta e il graduale aumento della massa cerebrale hanno determinato una riduzione della grandezza della mandibola e del mascellare superiore cui non si è accompagnata un'adeguata riduzione della dimensione e/o del numero dei denti.

Le conseguenze sono rappresentate dalla mancanza di un adeguato spazio lungo le arcate per tutti gli elementi dentali. Da cui un aumento dell'incidenza delle malocclusioni ed una maggiore difficoltà per un'eruzione normale dei denti del giudizio.

I terzi molari vanno controllati a partire dai 14-16 anni. Già a questa età è possibile una precoce analisi sul futuro spazio disponibile per una corretta eruzione dei terzi molari. Il controllo viene effettuato tramite esame radiografico: ortopantomografia e tomografia computerizzata (TAC).

Caso 1

  • Immagine tridimensionale di TAC Cone Beam di dente del giudizio superiore di destra incluso. La rimozione di tale elemento è indispensabile al fine di evitare un danno alle radici del molare adiacente.

 

Caso 2

  • Immagine radiografica di dente del giudizio inferiore di destra (terzo molare inferiore di destra) in inclusione ossea. La posizione completamente orizzontale, lo stato infiammatorio cronico della gengiva (non visibile in radiografia) e la sua vicinanza con il secondo molare ne consigliano l’estrazione tramite intervento chirurgico prima che, per vicinanza possa essere compromessa la radice del secondo molare.

 

end faq

Share