Specialista: Dott.ssa Eleonora Idotta

Disodontiasi del dente del giudizio

Quando un terzo molare non ha sufficiente spazio per erompere completamente o è posto in una posizione anomala si manifesta facilmente un'infiammazione della gengiva, del parodonto profondo, dell'osso e del dente vicino che prende il nome di pericoronarite e che si configura come un quadro clinico definito “disodontiasi del terzo molare”.

La terapia antibiotico-analgesica e’ indicata contro il dolore causato dal dente del giudizio. Il dolore associato alla pericoronarite è una delle cause più frequenti di avulsione dei terzi molari; l'incidenza è maggiore nell'arcata inferiore. È possibile una remissione con un trattamento antibiotico-analgesico, ma la recidiva è un evento frequente.

I terzi molari inclusi in stretta prossimità di un secondo molare comportano quasi sempre un danno dei tessuti di quest'ultimo e talvolta sono tali da determinarne la perdita. Più tardi si interviene con l'avulsione del terzo molare incluso, più le lesioni a carico del secondo molare potranno diventare irreversibili.

Share