Specialista: Dott.sa Alessandra Sironi - Dott.ssa Sabrina Mattia

Igiene e malattia parodontale

La malattia parodontale colpisce i tessuti di supporto del dente: gengive e osso. Si presenta in modo subdolo e si sviluppa negli anni con sintomi con cui i pazienti convivono senza allarmarsi. E' una malattia multifattoriale causata dai batteri che colonizzano il cavo orale, associata ad un’inadeguata igiene orale, nonché da predisposizione genetica. Le manifestazioni più gravi sono la recessione del tessuto gengivale, la formazione di tasche gengivali, che possono causare ascessi e mobilità dei denti.

Una volta individuato il paziente parodontopatico, cioe’ con una malattia parodontale, si esegue una serie di piccole radiografie circoscritte a due denti, utili per fornire importanti informazioni circa l’altezza, la quantità e la morfologia dell’osso residuo.
L’Igienista procede quindi nella compilazione di una cartella parodontale al fine di registrare dati inerenti alla profondità delle tasche, alla mobilità dei denti, al sanguinamento gengivale.

Successivamente si eseguono diverse sedute per la rimozione meccanica dei depositi di placca batterica e tartaro sopra e sottogengivali, attraverso l’utilizzo di strumenti ultrasonici e manuali. Infine il paziente viene rivalutato dallo specialista per proseguire il piano di trattamento.

 

Share